inventori di gusto: da pasti indigeni a cibo spaziale

CHI: The Overlook | Osteria Kobuta | Grains Pizzeria |
Pbread Natural Bakery | Impasto | Dulcis Pasticceria
DOVE: 39°13’24″96 N ‎09°7’5″16 E

in fuga dall’emergenza: assaggiare, sciogliere, inghiottire

le zucchine di casa. come un incastro di visi tra spalla e collo, una mattina piovosa d’aprile. è l’aria di lago che le segna: silhouette imperfetta, odore di primavera, buccia di seta. e quel dolciume dentro, nato da una terra che succhia acqua senza sale.
se per due mesi in quella casa non puoi tornarci anche le zucchine diventano mancanza.

zucchine in sardegna

giornate vuote, come cantine di muffa da riempire di cielo. ma anche giornate piene.
piene di storie d’amore col cibo: baciare sapori gentili, mordere croste rock, leccare salse hard.  
piene di ricordi che pizzicano papille e sensi: impasti di calma e ingredienti segreti, come se il forno di nonna peppina fosse risuscitato.
piene di viaggi dall’isola al mondo che è là fuori: da un pane giallarancio che scalda palato e guance in mezzo al campidano a una crema giallarancio che profuma di hermès nell’oriente più lontano.

il mostro (è più facile non nominarlo. ma lui si chiama coronavirus) ci ha rubato sogni e vita e ci ha insegnato che mangiare locale è un privilegio. ma anche un dovere. ora più di sempre.

il panino dell’overlook. come una notte di luci fluo su un letto di jazz morbido: non è da tutti unire salsa di mirtilli e crema di chevri blu. che ti stordisce di bontà.

panino blue velvet dell'overlook wine and beer di cagliari

il ramen dell’osteria kobuta. come lego da montare, mischiando fili raffinati a un uovo che galleggia su brodo salmastro, esperienza pop. e tenera.

ramen a domicilio dell'osteria kobuta di cagliari

la pizza di grains. come una frase limpida, liberata da aggettivi che non servono. che sono le ore a dare il tempo alle lievitazioni, è la pietra a sbriciolare le farine, sono le dita a palpare la pasta.

pizza della pizzeria grains di cagliari

il pane di pbread. come una foto in bianco e nero che profuma di grano. e sa di un lontano pomeriggio d’estate nella cantina di nonna caterina. a rinfrescare la pasta madre.

pane integrale di pbread natural bakery a cagliari

la pizza di impasto. come una bolla di piacere che non scoppia mai. che avvicinarsi alle labbra un cornicione di pazienza, passione e profumo è più che esaudire desideri.  

la pizza di impasto a cagliari

la crostata di dulcis pasticceria. come un hanami sotto nuvole cipria. la stessa meraviglia per la scoperta di un kit magico: frolla, mattarello e confettura.  

il kit per fare la crostata in casa di dulcis pasticceria, a cagliari

alla fine casa è dove mastichi cose buone. cucinate con testa e cuore.
aveva ragione Raymond: “occorre mangiare per potere andare avanti. il mangiare è una piccola, buona cosa in un momento come questo.”

the overlook a cagliari

lighTravel | lifEscape: ora, che finalmente hanno riaperto, il delivery non basterà più.